Ultime sulla pirateria somala

La pirateria marittima registra un nuovo episodio di cronaca non esaltante.

Secondo notizie degli ultimi giorni tredici pirati somali, catturati due settimane fa dopo aver tentato di assaltare una nave che batteva bandiera del Togo da un’unità militare danese impegnata nei pattugliamenti della task force europea al largo delle coste del Corno d’Africa, sono stati rilasciati e trasferiti a terra in Somalia. E ciò perché sanzionare, processare e imprigionare i tredici pirati somali, catturati due settimane fa a bordo di un barchino dove erano state trovate armi automatiche, rampini, bazooka e numerose munizioni, sarebbe complicato, pericoloso e foriero di indesiderate ritorsioni, cui Danimarca ed Europa non vogliono evidentemente essere esposte. Continua a leggere

Annunci

Algeria: Elezioni presidenziali, elettori in calo

 

bouteflika-algeria-elezioni

Il tasso di gradimento degli elettori, già salito dal 74% del 1999 all’85% nella rielezione del 2004, è destinato ad aumentare ancora in occasione del terzo mandato, per il quale si è votato ieri 9 aprile. Peccato che il quesito alla base di questo importante appuntamento non sia costituito dal suo esito, sicuramente plebiscitario per la riconferma del 72enne presidente in carica Abdaliziz Bouteflika, ma dai dati sull’affluenza alle urne. La campagna elettorale che ha portato a queste elezioni non è stata contrassegnata dalla disputa sui temi politici, sociali, soprattutto economici, vista la crisi recessiva mondiale in atto. L’oggetto del contendere è stata l’opportunità di boicottare la consultazione.

Continua a leggere

Un avvincente trailer

traversate-thierry-fabreEdito in Francia nel 2001 da Actes Sud e Arles Cedes, «Traversate» di Thierry Fabre (Ed. Mesogea, 265 pagg., 15,90 Euro) ha il dinamismo di un trailer, una sequenza di immagini sorprendenti per il realismo delle situazioni…Un trailer, un susseguirsi di inquadrature che sembrano scollegate, di situazioni scorrelate, di voci incomprensibili, di luoghi sconosciuti.

Un trailer che si rispetti trasmette i caratteri del film. «Traversate» è un invito ai lettori, un “prossimamente sui nostri scherni” l’equivalente del modo mediterraneo di essere nel mondo che l’autore sapientemente tratteggia.

Fabre non è uno storico, e pertanto non si avventura nell’ennesima retrospettiva. La sua attitudine sembra, piuttosto, quella dell’antropologo, che punta il microscopio sull’uomo e ne analizza le abitudini consolidate, l’ambiente in cui vive, lo scenario che ha saputo edificare nei millenni.

Continua a leggere

Un nuovo mediatore per risolvere la situazione del Sahara Occidentale

Novembre 1975. Dopo 91 anni di dominazione, la Spagna si ritira dal Sahara spagnolo senza un piano graduale e senza avere preparato la classe politica subentrante. Il territorio, di circa 266.000 Kmq, contro i 710,850 Km del Marocco (circa un terzo di questo Stato, quasi pari all’intera Italia, la cui superficie è di 310.230 Kmq), viene semplicemente abbandonato nelle mani della Mauritania e del Marocco che se lo spartiscono.

Continua a leggere

Il “nucleare civile” – Intervista al professor Cortellessa

centrale_nucleare_civile

Il nucleare civile, sperando che si fermi al «civile», è una delle priorità del governo delle destre. Si è detto e scritto tanto, si è avuta troppo spesso la sensazione che le cose dette ed auspicate rispondessero a progetti di parte politica o a interessi di holding industriali. Si è anche avuta la percezione che talune negative reazioni fossero motivate dal timore della presenza di forti interessi commerciali, piuttosto che da una convinta e scientifica opposizione.

Continua a leggere

L’eredità del 2008 – “La recessione” della democrazia

Un altro anno indecifrabile ci ha lasciato.

democrazia_255x191

La parabola del 2008 non si è conclusa in un sereno tramonto di leggere nuvole dorate e arrossate. Il rosso c’è, ma è quello del sangue di centinaia di nuove vittime dell’atroce follia assassina causata dalla paura o dall’esasperazione, ma anche da irragionevolezza e rigidità. Vittime, si badi, dell’irresponsabilità non solo di Hamas e di Israele, ma di tutto il mondo civile, se così si può definire, che pesano sulle coscienze di tutti noi. Continua a leggere

Nucleare civile, energia ed ambiente – La Francia alla guida del nuovo corso

di Enrico La Rosa

Dal 1° luglio l’Unione europea è entrata nel semestre a guida francese. Il presidente Nicolas Sarkozy va ripetendo da mesi le priorità con le quali vorrebbe marcare il semestre: la sfida climatica ed ambientale, il “Patto per l’immigrazione” e la politica di sicurezza e di difesa. Verificheremo nei prossimi mesi lo stato d’attuazione di tali propositi. Ci premi qui ed ora affrontare un ulteriore aspetto della politica d’Oltralpe: le strategie allo studio per il prolungamento delle capacità nel campo del nucleare civile. Continua a leggere