Indipendenze variabili: e se l’Europa dimentica la Bosnia?

La recente lezione di diritto internazionale che la Federazione Russa ha impartito al mondo sembra aver posto le basi per la dottrina Monroe del 21esimo secolo: dopo il Kosovo, ora piccoli lembi di territorio caucasico si dichiarano indipendenti e chiedono di sedersi al tavolo delle Nazioni Unite. Nella crisi finanziaria mondiale scoppiata a ridosso delle elezioni americane, l’Europa riesce a trovare una linea di politica estera energica grazie alla presidenza di turno di un Sarkozy decisamente in ascesa.

Continua a leggere

Annunci